• Dom. Feb 25th, 2024

L'agriturismo

Racconti da Terra Autentica

Calco piedi bambini: un ricordo da condividere 

Dieditor

Mar 16, 2023

Perchè è importante avere ricordi di infanzia 

Il calco piedi bambini è un ottimo modo per conservare il ricordo dei propri bambini da piccoli. I ricordi d’infanzia felici, infatti, sono essenziali per lo sviluppo del cervello di un bambino. Un recente studio ha rilevato che le persone che hanno un bel ricordo dell’infanzia, in particolare dei rapporti con i genitori, tendono ad avere una salute migliore, meno depressione e meno malattie croniche da adulti. I ricordi, infatti, svolgono un ruolo importante nel modo in cui s percepisce il mondo. Il modo in cui i bambini assorbono, comprendono, rispondono e reagiscono all’ambiente che li circonda è un fattore critico per gli adulti che diventeranno. Qualsiasi cosa imparino, la imitano. I genitori, quindi, sono dei modelli. Per questo motivo è importante trascorrere del tempo di qualità insieme. Sono questi i momenti determinanti per la crescita del proprio figlio, facendolo sentire al sicuro, protetto e amato. Giocare insieme, ad esempio, è un ottimo modo per trascorrere del tempo divertendosi ed imparando cose nuove. Altrettanto importante, infine, è avere delle foto, dei disegni o altro che testimonino quei momenti, così che i genitori possano mostrarli ai figli quando saranno più grandi. In questo modo sarà possibile rivivere insieme quelle esperienze. 

Calco piedi bambini: a chi rivolgersi 

Per fare il calco piedi bambini ci si può rivolgere a Manina. L’azienda, infatti, propone dei kit per fare i calchi delle impronte con i propri piccoli, divertendosi insieme. Si tratta di un prodotto appositamente studiato per permette ai bambini, anche più piccoli, di imprimere in modo dettagliato la forma del proprio piedino. La gomma utilizzata è di alta qualità e assicura la fedeltà assoluta nella riproduzione dei dettagli. Il calco è resistente e duraturo e può essere conservato per anni, in ricordo dei primissimi momenti del proprio bambino.

Di editor